I lavoratori Lpu-Lsu in servizio presso il Comune di Rossano ieri mattina hanno interrotto la protesta iniziata lo scorso 2 dicembre. Come si ricorderà la protesta messa in atto da questi lavoratori precari era da mettere in relazione alla circostanza che gli stessi vantano tre mensilità arretrate da parte della Regione Calabria.

Come detto, però, nella mattinata di ieri la protesta, almeno per il momento, è rientrata ed i lavoratori hanno ripreso a lavorare regolarmente, grazie alle assicurazioni date loro dal sindaco, Giuseppe Antoniotti, e dall’Assessore al personale, Rodolfo Alfieri, circa il reperimento di fondi comunali per anticipare una delle tre mensilità arretrate. Nel corso dell’incontro che i due rappresentanti dell’amministrazione hanno avuto con i rappresentanti sindacali degli Lsu-Lpu, questi ultimi hanno chiesto a sindaco e assessore di verificare se esistono le condizioni affinché il Comune possa reperire i fondi per pagare anche un’altra mensilità. Il Sindaco Antoniotti si è impegnato a verificare la cosa ed in un incontro già programmato per martedì prossimo fornirà una risposta in merito.

Giacinto De Pasquale