Umilmente, voglio dire la mia. Vincesse chi merita, tra mille difficoltà, fango, inchieste, scoop e andiamo avanti. Non ho a cuore la città di Rossano come un rossanese, ma ci vado spesso, ho molti amici e sinceramente per me le due città sono già unite da un pezzo. Purtroppo non ci sono tanti cittadini o rappresentanti delle istituzioni che la pensano come me ma va bene lo stesso.

Resistiamo, aspettando tempi migliori per la sibaritide tutta. Volevo solo dare un consiglio, visto che sono un attento lettore sia cartaceo che web, al prossimo sindaco sia di Rossano che di Corigliano. Esca fuori dal palazzo di città una volta eletto, non guidi senza cintura, telefonando e fumando, e per favore quando dovrà comunicare lo faccia semplicemente e senza quei cognomi maiuscoli che grammaticalmente penso siano sbagliati, antiestetici ed invadenti addirittura. Vorrei vedere due sindaci allegri, non dietro sigarette e fumo. Due sindaci a lavoro, insieme, con la voglia di fare bene, senza parenti e senza questo clima di veleni. Sogno amministratori semplici, gente umanamente vicina ai cittadini, non i porta a porta ogni cinque anni o quasi. Basta gente che non guarda oltre il proprio marciapiede, basta gente che sponsorizza parenti, basta legami discutibili o Corte dei Conti e tutte quelle cose di questi giorni. In bocca al lupo a Rossano tutta e presto anche a Corigliano