Attivo nuovo pozzo. Condotte separate. De Simone: impegnati a trovare fondi e soluzioni
 Erogazione idrica, da ieri (martedì 25) è entrato in attività un nuovo pozzo. Si innesterà nella condotta di S.ANGELO e sarà ad uso esclusivo della marina. Con questa operazione si sgrava il serbatoio di San Paolo, situato nei pressi del cimitero e si aumenta, di conseguenza, la portata dell’acqua nella parte bassa dello scalo, contrada DONNANNA, compresa.

 È quanto fa sapere l’assessore Giovanni DE SIMONE ribadendo l’impegno dell’Esecutivo MASCARO nell’individuare soluzioni ed intercettare fondi da destinare allo scopo. L’obiettivo – dichiara l’assessore – è quello di limitare al minimo i disagi che, non da oggi, ma da oltre 20 anni, interessano Rossano come il resto della Calabria.  L’Amministrazione Comunale si è mossa prioritariamente per individuare fondi e risorse che possano consentire interventi risolutori, non solo nel breve e medio termine, ma con effetti duraturi nel tempo. Inoltre per l’attivazione di ulteriori pozzi (a S.Francesco-Petraro e a Pirro Malena) l’Amministrazione Comunale ha richiesto fondi per 430 mila euro  alla Regione Calabria. L’attenzione – conclude DE SIMONE – è massima e interessa anche contrade e periferie.