ROSSANO – Tanta partecipazione all’iniziativa promossa da Legambiente dal titolo: “Puliamo il Mondo” che si è svolta in due luoghi simbolo della montagna rossanese quali: “Piana dei Venti e “Rinacchio”. Alla significativa iniziativa, promossa dal Circolo di Legambiente di Corigliano-Rossano in collaborazione con il Club Trekking di Rossano e l’Associazione “Le Aquile” di Corigliano, hanno preso parte numerosi cittadini e volontari che, muniti di guanti, hanno raccolto di tutto nelle due aree di pic-nic, sopra citate, che si trovano nell’area di Rossano.

 I volontari, per l’occasione, hanno trovato materiale di ogni genere: bottiglie di vetro, oggetti di plastica (piatti, posate, bicchieri), vassoi di alluminio, sedie in plastica, pannollini di bambini, scarpe ginniche ed altro ancora. Il materiale messo insieme è stato depositato, in appositi sacchetti per quanto riguarda la raccolta differenziata (vetro, plastica e rifiuti in genere), dinanzi ai cassonetti di Contrada Piana dei Venti dove, in pochi minuti, sono arrivati gli operatori ecologici dell’azienda “Ecoross” che hanno provveduto al ritiro del materiale. Soddisfatta, in modo particolare, l’avvocatessa Isabella Vulcano (Presidente del Circolo di Legambiente di Corigliano-Rossano), per la buona riuscita dell’iniziatica nella Città del Codex che ha visto la straordinaria partecipazione di tanti cittadini e volontari. “Vorrei ringraziare – ha dichiarato il Presidente Vulcano – il Presidente del Club Trekking di Rossano, Lorenzo Cara, ed i suoi soci, la dott.ssa Lupo dell’Associazione “Ruskia” di Rossano, Ernesto Borromeo dell’Associazione “Le Aquile” di Corigliano, i tanti cittadini e volontari, per la loro fattiva collaborazione, ma anche il Reporter Antonio Le Fosse per la sua preziosa presenza nel documentare direttamente l’evento finalizzato a salvaguardare l’ambiente che ci circonda”. La stessa iniziativa, prossimamente, si farà nella montagna coriglianese, precisamente in località Piana Caruso, per pulire un altro luogo simbolo del comune unico di Corigliano-Rossano. 

 

ANTONIO LE FOSSE