Con l’avvento di internet e la sua diffusione sempre più capillare nelle nostre vite molte cose sono cambiate e molti gesti sono divenuti più immediati e snelli. Da tempo ormai, per esempio, non è più necessario e obbligatorio andare in una filiale fisica della propria banca per poter effettuare operazioni varie relative alla gestione delle finanze. Tutto ciò è stato reso possibile da un servizio come l’internet banking, che – dopo essersi collegati al proprio conto online dal pc di casa, via mobile o da qualsiasi altra postazione – permette di fare tipiche operazioni di sportello in autonomia assoluta (nessuna coda o lunga attesa, zero appuntamenti o spostamenti). 

 

Nel momento in cui si procede al corretto inserimento delle proprie credenziali d’accesso, si visualizza sul device elettronico la schermata della banca. Ci sono menù legati alla gestione del conto e degli altri strumenti che si sono attivati e ai quali si ricorre quotidianamente. L’internet banking è un servizio che ha avuto un impatto molto deciso sulle banche tradizionali, che lo hanno adottato per prime, inoltre ha permesso la nascita e il boom delle banche 100% digitali come Qonto. Realtà come quest’ultima – votata nello specifico al supporto di start up, PMI e professionisti – permettono agli utenti di effettuare qualsiasi operazione connessa al conto, gestendo i relativi flussi di denaro, solo ed esclusivamente tramite internet. Il fatto che non sia presente una rete fisica di filiali consente di abbattere molto i costi, il che rende la scelta delle banche digitali sempre più apprezzata in particolare dal mondo dell’imprenditoria. Tra i servizi più interessanti offerti c’è senza dubbio la possibilità di pagare F24 con internet banking in assoluta sicurezza. 

 

I vantaggi di pagare l’F24 tramite internet

 

E’ importante sapere di potersi affidare con tranquillità al web per effettuare pagamenti importanti – per esempio quelli relativi a imposte come Iva, Imu, Tari e Irap ma anche canoni di locazione Inpdap, addizionale regionale e comunale all’Irpef e non solo – ricorrendo al Modello F24. Si possono anche effettuare – sempre tramite questo strumento – versamenti 

di somme dopo aver ricevuto un avviso di accertamento o in caso di avviso di irrogazione di sanzioni. Pagare l’F24 online consente di snellire l’intera procedura, inoltre scegliendo di affidarsi a realtà come Qonto si potrà facilmente attivare anche un accesso dedicato in sola lettura per il proprio commercialista, in modo tale da agevolare il suo lavoro di consultazione permettendogli di pagare in sicurezza i vari F24. 

 

Effettuare le diverse operazioni di home banking, come quella relativa ai pagamenti con F24, è estremamente semplice. Al punto tale da non richiedere alcuna particolare dimestichezza o conoscenza specifica di internet. Sono inoltre presenti sofisticati sistemi di sicurezza e antifrode che proteggono gli utenti dalle minacce potenziali. 

 

L’F24 si compone di sei diverse parti e si tratta nello specifico della sezione Inps, di quella contenente le informazioni della persona e di quella spettante all’Erario per le imposte dirette. C’è poi quella delle Regioni per le specifiche imposte dovute come addizionale regionale e Irap, una sezione dedicata a enti assicurativi e previdenziali e infine una sezione dedicata a Imu e tributi locali.