Turano: «Eventi che rendono protagonisti i cittadini».

CORIGLIANO-ROSSANO, 11 settembre 2021 – Ha riscosso grande entusiasmo e raccolto sentita partecipazione il contest fotografico “Centri Storici in Fiore”, lanciato nel mese di luglio, conclusosi a settembre e che nella mattinata di ieri – venerdì 10 settembre – ha premiato, nel corso di una partecipata cerimonia nella sala giunta comunale in piazza Municipio nel centro storico di Corigliano.

A premiare i vincitori del contest l’assessore ai Centri Storici, Anna Maria Turano e il presidente della Pro Loco La Bizantina, Federico Smurra. Nel ringraziare tutti i partecipanti e congratularsi con i vincitori l’assessore Turano ha ricordato il costante impegno per i nostri centri storici, «con questi eventi, che coinvolgono dal basso i cittadini, rendendoli protagonisti, sono punto di partenza per migliorare l’attrattività e la fruibilità sia in chiave ludica che di decoro urbano dei nostri bellissimi centri storici».

La classifica finale ha visto premiati:

1) Anna Curia;

2) Giovanni Maiarù;

3) Anna Civale.

Ai vincitori sono andati una targa e dei buoni spesa, rispettivamente del valore di 150, 100 e 50 euro da spendere in una delle attività commerciali allocate nei due centri storici. A tutti gli altri partecipanti sarà consegnato attestato di partecipazione.

Il contest, da una idea dell’assessorato ai centri Storici, coadiuvato dalle due Pro Loco locali, guidate da Valeria Capalbo e Federico Smurra, aveva l’obiettivo di rivitalizzare aree e quartieri utilizzando la bellezza, fiori e piante, rendendo unici i propri terrazzi e balconi. Con l’iniziativa, si intende valorizzare il legame affettivo che i cittadini hanno per il proprio paese ed il rispetto per la natura e premiare gli interventi che contribuiscono a diffondere l’immagine di una comunità accogliente e fiorita.

La partecipazione al contest era totalmente gratuita, aperta a tutti i residenti e non residenti proprietari di immobili nel Comune, operatori commerciali, associazioni, comitati di quartiere, scuole, parrocchie, gruppi creati per l’occasione, che nei centri storici dispongono di un balcone, davanzale, terrazzo, vetrina o giardino o corte privata fronte strada comunale, vicolo di qualsiasi genere e dimensione, e che si impegnano a proprie spese ad arredarli con piante e fiori.