Antoniotti: paghiamo prezzo inciviltà . Otranto: presto riprenderanno demolizioni
 L’attenzione alle contrade rappresenta, da sempre, un punto fermo dell’azione amministrativa. Sin dall’insediamento, con le pochissime risorse a disposizione e nonostante i mancati trasferimenti da parte dello Stato, abbiamo avviato una serie di interventi per cercare di riportare decoro a tutte le aree periferiche. Purtroppo l’inciviltà di alcuni mette a repentaglio il lavoro effettuato, con sacrificio, dagli Uffici.

Così è ed è stato, anche per l’area di ZOLFARA, uno dei territori fiore all’occhiello del nostro Comune, sul quale oggi, così come negli anni scorsi, il governo di centro destra sta lavorando affinché si possa pianificare quello sviluppo atteso da decenni.      

È quanto ribadiscono il sindaco ANTONIOTTI e l’assessore all’Urbanistica, Eugenio OTRANTO, che lo scorso venerdì (23 agosto 2013) nell’ambito delle consuete ricognizioni periodiche sugli interventi effettuati ed in programma nelle diverse zone extraurbane cittadine, hanno messo in evidenza le criticità emerse a ZOLFARA.

Le contrade – afferma il Primo cittadino – fanno parte, a pieno titolo, del tessuto urbano e sociale di Rossano. In campagna elettorale ci eravamo impegnati affinché questa fosse una prerogativa e, oggi, nonostante le enormi difficoltà di natura economica che sta affrontando l’Ente, stiamo cercando di onorare in tutti i modi questo impegno. Diverse, infatti, sono le opere di urbanizzazione e bonifica che abbiamo avviato nelle diverse zone periferiche. Compresa l’area di Zolfara. Certo, i tanti cavilli burocratici sorti con l’avvio della campagna di demolizione avviata all’inizio degli anni 2000 – prosegue ANTONIOTTI – hanno portato ad un naturale ritardo nel completamento dell’opera. Lo ribadisco, speriamo di poter portare a termine, nel corso di questa legislatura, l’intero processo di bonifica della costa. Apprezzo lo spirito di collaborazione dei cittadini, costantemente attenti a segnalare i fisiologici disagi delle loro contrade e li invito a comunicare alle autorità competenti e agli uffici comunali preposti ogni eventuale sopruso ai danni dell’ambiente. Soprattutto quanti continuano ad abbandonare lungo il litorale rifiuti pericolosi.

Su contrada Zolfara – continua l’assessore Eugenio OTRANTO – abbiamo pianificato una serie di interventi di rilancio urbanistico che, però, non possono essere avviati prima della conclusione delle procedure giudiziarie in corso e delle demolizioni in programma. A proposito, gli uffici municipali di competenza, stanno provvedendo a revocare il contratto con l’impresa che si era aggiudicata la gara per l’abbattimento di alcuni immobili abusivi, e ancora ad oggi inadempiente. Tra le prime azioni che interesseranno la contrada c’è sicuramente la riorganizzazione prevista dal Piano spiaggia. Uno strumento, questo, che sicuramente darà un importante input allo sviluppo turistico della zona. Per di più  – conclude OTRANTO – nei giorni scorsi, sono stati avviati controlli per verificare ulteriori ed eventuali abusi sul demanio.

Numerosi, inoltre, sono stati gli interventi di bonifica che gli Uffici comunali preposti hanno avviato in contrada ZOLFARA, soprattutto per il risanamento ed il ripristino delle condizioni ambientali. Nei soli primi sei mesi del 2013 sono stati effettuati ben tre interventi: il 21 giugno e poi, ancora, il 18 luglio scorsi, sono stati rimossi dall’area amianto e pneumatici. L’ultima bonifica di inerti e frazioni varie è stata effettuata lo scorso 12 agosto. Così come altri interventi straordinari sono stati completati, negli anni scorsi, nel luglio 2012 e nel settembre 2011. E, purtroppo, tutte queste operazioni di pulizia sono dovute all’inciviltà di quanti utilizzano le nostre contrade come discariche a cielo aperto. – (Fonte: Montesanto Sas – Comunicazione & Lobbying).