La programmazione dei fondi europei 2014-2020 resuscita l’Area urbana Corigliano-Rossano. Mentre, il Qtrp relegava il sistema urbano Cor-Ros a semplice “ambito complesso policentrico”,  adesso si ritorna a parlare di “Smart cities”, ovvero le “città intelligenti” regionali, includendo l’asse urbano dello Jonio cosentino.

La struttura insediativa regionale, così come sedimentata nel tempo anche a causa delle conformazione morfologica del territorio, presenta un insieme di città e aree urbane, tra le quali rientra quella di Corigliano-Rossano, per complessivi 78.814 abitanti (posizionandosi al 5 posto in Calabria su 10). Corigliano e Rossano, uniti, si caratterizzano per maggiori capacità attrattive e migliori performance economiche rispetto al della Sibaritide e alle aree interne. Per le aree urbane calabresi i prossimi sette anni potranno diventare l’occasione per costruire o rafforzare soprattutto quelle iniziative destinate a sostenere l’evoluzione verso una base economica delle città più robusta e sostenibile, capace di inserirsi nella competizione globale  garantendo una posizione, e di offrire servizi migliori ottimizzandone i costi.