Nei mesi scorsi è stato enormemente pubblicizzato con riunioni di quartiere e mega manifesti il successo della raccolta differenziata nel quartiere di Donnanna. A cinque mesi dalla partenza della raccolta “PORTA A PORTA SPINTA” però non si è altrettanto reso noto che i sacchetti per l’umido distribuiti alla partenza, in maniera del tutto insufficiente, sono terminati.

In delegazione comunale si ritirano solo il giovedì ma non per i residenti a Donnanna, alla sede centrale si ritirano tutti i giorni lavorativi ma non per i residenti di Donnanna i quali, a detta del personale incaricato, dovranno aspettare la prossioma fornitura che avverrà nel mese di ottobre 2015. Nel frattempo i soliti residenti di Donnanna dovranno comperare i sacchetti biodegradabili ( circa 2.50 euro a confezione di 15) o usare quelli dei supermercati a 10 centesimi l’uno. All’Ecoross mi è stato detto che in Comune sono a conoscenza di questo problema. Ora mi domando: saranno deducibili dalle bollette di spazzatura le spese dei sacchetti? Un consiglio: non conservate gli scontrini.
Saluti
Angelo Scaldaferri