L’agenzia si chiama “Via col libro” e non vende pacchetti-vacanze ma…libri. E il teatro si trova all’interno della Casa di Reclusione di Rossano, in provincia di Cosenza. I lettori-viaggiatori sono detenuti. Ognuno di loro, dopo aver comprato un libro (chi vuole una vacanza avventurosa, chi vuole fare un salto nel Medio Evo, chi vuole andare nell’antico Egitto…), sale su un vascello che lo porterà nel mare della fantasia e farà tappa sull’isola dello stupore.

E quando il vascello ritorna dal tour letterario il viaggiatore, felice, legge al pubblico – ad alta voce – un brano che lo ha particolarmente emozionato. I detenuti dialogheranno sulla scena anche con canzoni, sketches teatrali, videoproiezioni e altre sorprese per coinvolgere il pubblico e contagiarlo con il virus della passione per i libri. Letteratura e poesia, cinema e musica, recitazione e canto: un coinvolgimento totale, una miscellanea intrigante e affascinante che metterà in gioco tutte le emozioni positive che un essere umano possiede. E, soprattutto, un atto d’amore…perchè saranno pronunciate parole che hanno l’obiettivo di scuotere, svelare, stimolare, accompagnare, accarezzare e…provocare. Chi vorrà lasciarsi stupire e infettare da tutto ciò che è bellezza…si troverà in buona compagnia!