Nel corso dell’iniziativa è stata premiata la classe 5ª A del plesso Campo Sportivo, vincitrice del contest lanciato da Ecoross lo scorso anno scolastico.

Bisignano – Ecoross Educational fa tappa all’Istituto Comprensivo “G. Pucciano” di Bisignano. Gli alunni si dimostrano attenti e ricettivi, recependo tutte le informazioni assunte nel corso della lezione e mettendole in pratica al meglio, consapevoli di quanto sia necessario e fondamentale tutelare l’ambiente che ci circonda.

Aldina Provenza

«I bambini – afferma l’informatrice ambientale di Ecoross Aldina Provenza – sono molto interessati alle lezioni di questo progetto, che si ripresenta in una veste tutta nuova, e imparano subito. Rimangono stupiti quando scoprono per esempio che l’olio della frittura non va versato nel lavandino, che le bottiglie di plastica seguono un determinato riciclo, che i mozziconi di sigaretta non si buttano a terra ma hanno un proprio contenitore. I bambini, inoltre – conclude – rimangono stupiti di quanto danno facciano gli adulti all’ambiente e vi pongono riparo attraverso il bagaglio di conoscenze acquisite grazie a questa iniziativa».

Pierfrancesco Balestrieri, Simone Turco

Alle lezioni ha partecipato anche l’assessore comunale Pierfrancesco Balestrieri, che sottolinea l’importanza dell’educazione ambientale fin da piccoli: «È il secondo anno che aderiamo al progetto Ecoross Educational, questo consente ai ragazzi di recepire informazioni importanti. La naturale conseguenza è l’aumento delle percentuali di raccolta differenziata. I bambini, infatti – aggiunge – ritornando a casa a seguito della lezione, indicano ai genitori il corretto modo di differenziare. Questo per noi è fondamentale e ci tengo a ringraziare la ditta Ecoross per i progetti che mette in campo per vivere in un paese pulito e vivibile».

Pierfrancesco Balestrieri

L’assessore fa poi riferimento all’ignoranza delle regole ambientali che ancora oggi attanaglia molti adulti: «In materia di compost vige un po’ di allarmismo; far capire che da esso si possa ricavare Biometano non è facile. Bisogna iniziare a farlo comprendere ai bambini. Il riciclo dell’umido produce un beneficio – conclude – e questo urge comunicarlo».

Simone Turco

Doppia soddisfazione per il dott. Simone Turco, responsabile dei Servizi di Igiene Urbana di Ecoross: «Quella di Bisignano è una tappa importante, sia per l’erogazione del progetto educativo alle classi quarte – progetto allegramente accolto da tutti – sia per la premiazione della classe quinta che lo scorso anno si è distinta per feedback positivi in termini di materiale re-inoltrato all’azienda, come prevedeva appunto la progettualità dell’anno scolastico 2021-2022. Un netto riscontro a quelle che sono le buone pratiche anche in termini di premio, a testimonianza che i comportamenti corretti vanno e devono essere premiati».

In occasione delle lezioni tenutesi a Bisignano, infatti, si è proceduto anche alla premiazione della classe 5ª A del plesso Campo Sportivo, vincitrice del contest su piattaforma social lanciato da Ecoross durante il progetto rivolto alle scuole lo scorso anno scolastico. La classe vincitrice, che aveva ideato e realizzato un videomessaggio sull’importanza della raccolta differenziata, si è aggiudicata il gioco Ricipiù e dei gadget oltre ad alcune copie del fumetto Ecoman (Comunicato stampa).

 

Articoli correlati