Fatichiamo a comprendere il perché si decida di tagliare come sempre sui servizi essenziali per esigenze di cassa invece di ricercare negli sprechi reali la soluzione. Abbiamo ricevuto un coro di lamentele da parte di tante mamme che hanno i propri figli a scuola e che per un motivo o per un altro affidano ai servizi di scuolabus comunali il trasporto dei propri figli nelle scuole.

Parliamo di abitanti delle contrade rurali e montane, colpiti nei giorni scorsi da una riduzione della frequenza dei mezzi di trasporto scolastici e della rimodulazione dei percorsi che vanno in danno a coloro che abitano nelle zone più impervie e che si vedrebbero così tagliati fuori da alcuni percorsi con i forti disagi che si possono facilmente immaginare. Si è partiti dalla giusta e sacrosanta richiesta degli autisti in servizio presso il nostro Ente comunale di una rimodulazione degli orari di alvoro e si è finiti alla rimodulazione dei percorsi e al taglio del servizio nella giornata di sabato, il tutto a danno delle famiglie e della fruibilità scolastica dei bambini. Supporteremo ogni iniziativa che le famiglie intenderanno intraprendere e che sappiamo essere già in atto, stiamo nel contempo lavorando ad una mappatura degli sprechi in ambito scolastico, a cominciare dalla scuola di Contrada Amica, in modo che si possa garantire una scuola di qualità e al contempo non essere costretti a far cassa tagliando i servizi essenziali come il trasporto scolastico.

Verdi Rossano