La Chiesa, Madre e Maestra, rivolge, ogni anno, nel mese di ottobre, le sue attenzioni ai Missionari del Regno di Dio.

Ma chi sono questi Missionari,” dal cuore ardente e dai piedi in cammino” ( cfr. Papa Francesco), i quali , da costruttori della Civiltà dell’amore, sono presenti nei quartieri della nostra Comunità in Corigliano Rossano ?

Gli Evangelisti raccontano che il Signore Gesù, scelse i suoi Apostoli, li chiamò al suo seguito e poi li inviò, quali missionari a portare il suo Vangelo e fondare la Sua Chiesa .

Fra tali Apostoli c’era il caparbio Pietro , (Mt.5,18) il traditore Giuda ( Mt.10,4), c’erano i fanatici fratelli Giacomo e Giovanni, ( Mc.10,35-40), c’era il pubblicano Matteo, ( Mt.9,9) c’era anche un esponente del partito armato tal Simone lo Zelota ( Lc.6,15), e c’erano persino donne di discussa moralità, come Maria di Magdala, Giovanna di Cuza, Susanna e molte altre ( Lc,8,1-3).

Essi testimoniarono a tutti la Vicinanza e la Tenerezza del Dio di Gesù con un linguaggio comprensibile a tutti, perché loro, pur nella loro inadeguatezza , avevano sperimentato, in prima persona, l’amicizia, l’amore , la compassione, la condivisione e il perdono del loro Maestro.

Anche ,oggi, dopo 2000 anni, lo Spirito Vivificante di Dio continua a chiamare noi, suoi credenti e così come siamo ci invia, per le vie del nostro quartiere, a essere i missionari del Regno di Dio .

E’ vero, noi tutti, siamo missionari ” scarsi” nella Chiesa di oggi , perché noi non sappiamo parlare di Dio , non sappiamo confutare ideologie aberranti, non operiamo miracoli nel suo Nome, e a volte, da peccatori in conversione, ci sentiamo anche ” costruttori inutili”( Mt.7,23).

Tuttavia siamo proprio noi ” i missionari silenziosi di oggi”, sempre dinamicamente presenti, in ogni ambiente di Corigliano Rossano, dove siamo i fragili testimoni del Vangelo del Signore Gesù .

L’ essere “missionario” però per noi non è un optional ma una nostra esigenza di battezzati in Cristo e nasce proprio dall’aver anche noi incontrato il Risorto, dall’aver accolto il suo Messaggio e, vivificati dal suo Spirito, noi veniamo inviati da Lui stesso a essere, con Lui e come Lui , sale, luce e lievito in una Nuova Creazione ( Mt. 19,28).

Corigliano Rossano 10.10. 23.( Franco Palmisano)

Articoli correlati